Bandol “La Tourtine” 2009: una perla dal sud della Francia

Quando si parla di Francia enologica a venire in mente sono immediatamente Bordeaux, Borgogna, Champagne, magari Rodano o Loira. Si dimentica troppo spesso che esistono anche altre zone in grado di produrre vini straordinari, tra cui quella più a sud del Paese: la Provenza.

Oggi, più nel dettaglio, ci interessiamo di una denominazione estremamente piccola (meno di 2mila ettari vitati) ma altrettanto interessante, quella di Bandol.

Per farlo, stappiamo una bottiglia di “La Tourtine” 2009 di Domaine Tempier, storica realtà produttrice che affonda le sue radici nella prima metà del secolo scorso. E’ un vino davvero intrigante, prodotto per l’80% con uve Mourvèdre (che rappresentano il fiore all’occhiello di questa zona) e per il restante 20% Grenache e Cinsault in egual misura.

Naturalmente, vista l’annata, lo lasciamo riposare qualche minuto nel calice prima di assaggiarlo.

Il colore è rosso rubino intenso, quasi impenetrabile, con sfumature aranciate piuttosto nette. Al naso offre una bella sensazione fruttata e floreale matura dalla quale, tuttavia, emergono intense note minerali, terrose e balsamiche. In bocca l’impatto è importante, caldo, avvolgente. Notevole la struttura, così come la parte alcolica che si fa sentire senza, però, mai disturbare. Il tannino è ben levigato, il finale lungo e gradevolmente amarognolo.

Vino da primi piatti strutturati, carni rosse e selvaggina. Noi lo abbiamo gustato su una polenta al ragù di maiale e lo abbiamo trovato assolutamente adeguato. Da non sottovalutare in abbinamento a formaggi stagionati, magari speziati.

Il prezzo si aggira intorno ai 50 euro, per cui consigliamo di tirarlo fuori in un’occasione davvero importante. Tuttavia, se avete trascorso una pessima giornata e volete risollevarla prima di andare a letto, stappatelo senza indugio: vi tornerà il sorriso!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *