A cena con il Faro Palari 2008: incantevole!

E’ un vero e proprio mito dell’enologia italiana. Un vino proveniente dalla Sicilia, molto caro a Luigi Veronelli: il Faro prodotto dall’azienda agricola Palari di Salvatore Geraci. Parliamo di un blend di vitigni siciliani con il Nerello Mascalese, il Nero d’Avola e il Nerello Cappuccio in primo piano.

Emozionati come dei bambini davanti all’albero di Natale, qualche giorno fa siamo riusciti a procurarcene due bottiglie, una dell’annata 2008, l’altra 2011. Per l’occasione abbiamo pensato di stappare la prima, certamente più matura, così da poter mettere l’altra in cantina a riposare.

Il colore è rosso rubino intenso tendente all’aranciato carico. Il naso è imponente: frutti rossi maturi, ciliegia e fragola in particolare, e poi fiori e vaniglia. Bella la componente speziata che vira verso la cannella con una lievissima nota balsamica. In bocca è vellutato, pieno, avvolgente. I tannini sono ben levigati, il sapore intenso e fruttato riempie la bocca e regala un finale estremamente lungo e gradevole.

Un vino che non esitiamo a definire straordinario. Lo abbiamo sorseggiato in occasione di una cena informale a base di formaggi e affettati, risotto ai porcini e carni rosse (preparate in diversi modi), in compagnia di persone esperte e alle prime armi, e il giudizio è stato unanime: ottimo.

Da abbinare sicuramente a pietanze strutturate a base di carni rosse e selvaggina, sia alla brace che al sugo. Di sicuro impatto, però, anche insieme a formaggi di media e lunga stagionatura.

Il prezzo si aggira intorno ai 35 euro, piuttosto alto per chi non è un appassionato di vini, ma una cosa possiamo dirvela: dopo averlo assaggiato li benedirete tutti, uno per uno. Salute!

Stampa
Angera 2010: il Maceratino de "Il Pollenza" tra equilibrio ed eleganza
“Le Tense”, il bel Sassella targato Nino Negri

Tags:

  • Mostra Commenti (0)

Your email address will not be published. Required fields are marked *

commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Ti Potrebbe Interessare

Il Consorzio di tutela vino traino dell’economia irpina

L’Irpinia celebra il Consorzio di Tutela e la leggenda dei vini della nostra provincia. ...

Al Poggio 1999: splendida perla direttamente dal Castello di Ama

L’estate è entrata nel vivo e il caldo, come era facile immaginare, ha iniziato ...

Barolo “Sarmassa” 2007: un signor vino!

Dopo settimane di pioggia e freddo, la primavera ha deciso di regalarci una discreta ...

Aglianico De Santis: tutta l’intensità del 2015

Dopo una serie di assaggi dedicati ai vini del Piemonte e della Toscana, torniamo ...

Fiano Love Fest: dal 3 al 5 agosto appuntamento a Lapio

Torna il Fiano Love Fest, manifestazione promossa dalla Pro Loco Lapiana che fonde cultura, ...