Hebo 2014: da Suvereto l’intrigante rosso di Petra

Per presentarvi il vino di oggi andiamo in Toscana. Il Comune è quello di Suvereto, in provincia di Livorno, e l’azienda scelta è Petra. La vicinanza al mare fa di questa terra una perla dal punto di vista enologico: il clima mite, il vento, la salsedine contribuiscono alla produzione di vini di corpo, ma allo stesso tempo eleganti e unici.

Abbiamo così deciso di lanciarci sull’Hebo 2014, nettare figlio del mix tra Cabernet Sauvignon, Merlot e Sangiovese che, prima di affinare in bottiglia, invecchia per circa un anno in botti di rovere di Slavonia (con una piccola percentuale di barrique).

Il colore è rosso rubino intenso, quasi impenetrabile, ma dai riflessi accesi. Al naso presenta note erbacee che si affiancano alla ciliegia matura, ai frutti di bosco, alla viola e sfumano in un lieve sentore minerale. In bocca è agile, dotato di una buona sapidità e caratterizzato da un fruttato gradevole. Il finale è discretamente lungo.

Complessivamente, parliamo di un vino di buona bevibilità, impegnativo, con i suoi 14 gradi, ma non pesante. Adatto ad accompagnare carni rosse, arrosti e bolliti farebbe una gran figura anche su sughi strutturati come quelli della tradizione toscana e campana.

Il prezzo è estremamente interessante: tra i 12 e i 16 euro.

Cos’altro aggiungere? Se ne avete l’opportunità assaggiatelo: averne una piccola scorta a casa potrebbe risolvervi parecchie situazioni!

Stampa
Sapori di Sardegna: le antiche ricette sarde sulla tavola di Su Tzilleri ‘e su Doge
La Bulgaria enologica: ecco il Mavrud "Enigma" 2015

Tags:

  • Mostra Commenti (0)

Your email address will not be published. Required fields are marked *

commento *

  • name *

  • email *

  • website *

Ti Potrebbe Interessare